Skip to main content

Protezione delle acque in agricoltura

Attraverso tredici aspetti la conferenza dei capi dei servizi per la protezione dell'ambiente della Svizzera (CCA) verifica se le principali esigenze per la protezione delle acque sono rispettate. I controlli sono visivi e si svolgono nel quadro dei controlli di base. L'obiettivo è quello di limitare i principali rischi e i possibili difetti. Sei aspetti di controllo considerano le misure edili di protezione delle acque e smaltimento delle acque dell’azienda agricola, cinque concernono i prodotti fitosanitari, i fertilizzanti, il diesel e altri liquidi e sostanze potenzialmente inquinanti per le acque e due riguardano gli apporti diffusi di sostanze nutritive e di prodotti fitosanitari nelle parcelle.

Misure edili di protezione delle acque e smaltimento delle acque dell’azienda agricola

Nessuna fuoriuscita di colaticcio visibile, condotti visibili senza fessure o buchi, assenza di ruggine sui nastri d’acciaio dei silos in legno per colaticcio, nessuna traccia di colaticcio sui silos in elementi prefabbricati (calcestruzzo, acciaio ecc.), e nessuna perdita visibile dalle valvole.

Una buona pratica                        

Fonte: AGRIDEA

Un cattivo esempio

Fonte: Qualinova

Nessun deposito di letame visibile accanto al letamaio e nessuna fuoriuscita di percolato da letame visibile.

Una buona pratica

Fonte: AGRIDEA

Un cattivo esempio

Fonte: Qualinova

Il letame è coperto, la distanza di 10 m rispetto alle acque naturali è rispettata e non vi sono depositi di escrementi di pollame o percolati da letame visibili. Il letame è depositato sulla superficie fertilizzabile e non drenata. Inoltre, per lo stoccaggio a titolo provvisorio, il letame non viene compostato.

Una buona pratica

Fonte: Qualinova

Un cattivo esempio

Fonte: Qualinova

Nessuna fessura visibile nell’impianto, nessun difetto e nessun danno alle costruzioni in calcestruzzo visibili (scrostamenti o armature visibili). La vegetazione attorno al silo cresce normalmente e non vi è nessuna fuoriuscita visibile di percolato da insilato. In caso di deposito di balle/ sacchi su superficie consolidata, nessuno smaltimento delle acque tramite scarico in acque superficiali.

Una buona pratica

Fonte: Qualinova

Uncattivo esempio

Fonte: Qualinova

Area d’esercizio con accesso permanente

Il rivestimento non presenta deterioramenti visibili e le acque sono smaltite nella fossa del colaticcio. Vi è l'impedimento della fuoriuscita di acque pluviali e il deflusso o l’immissione di acque inquinate nelle acque di superficie o nella canalizzazione delle acque pluviali non sono possibili.

Altre aree d’esercizio

Assenza di pantano o di accumulo di escrementi e smaltimento delle acque su ampia superficie di terreno ricoperto da vegetazione o nella fossa del colaticcio. Nessun scarico puntuale di colaticcio o urina nel terreno, nelle acque di superficie o nelle canalizzazioni delle acque pluviali possibile.

Una buona pratica

Fonte: AWEL, ZH

Un cattivo esempio

Source: Qualinova

L’area non presenta difetti visibili come fessure o buchi. Se l'area è usata per il travaso di fertilizzanti, insilati o co-substrati o per il lavaggio di apparecchi sporchi di fertilizzanti, le acque meteoriche e le acque di lavaggio devono defluire nella fossa del colaticcio.

Una buona pratica

Fonte: AGRIDEA

Un cattivo esempio

Fonte: AGRIDEA

Prodotti fitosanitari, fertilizzanti e diesel 

Il pavimento o l’apposita vasca non presentano fessure o buchi e non vi è nessuno scarico nel suolo o nella canalizzazione. Il locale è coperto e i prodotti fitosanitari sono stoccati nei contenitori originali o in contenitori equipollenti muniti di etichetta corretta. Lo stoccaggio è conforme ai requisiti delle schede informative di sicurezza (p. es. prodotti fitosanitari infiammabili in un magazzino/armadio refrattario) e vi è del materiale assorbente a disposizione (p. es. segatura, leganti per olio). Il magazzino o l’armadio devono poter essere chiusi a chiave.

Una buona pratica

Fonte: AWEL, ZH

Un cattivo esempio

Fonte: Qualinova

In caso di precipitazioni, gli apparecchi sono collocati al riparo sotto una tettoia o coperti con una copertura mobile (p. es. con un telone).

Una buona pratica

Fonte: AGRIDEA

Un cattivo esempio

Fonte: AGRIDEA

L’area d’esercizio dispone di un’apposita area fissa o mobile per il riempimento e il lavaggio degli apparecchi o di un’apposita vasca di dimensioni commisurate agli apparecchi o ha accesso ad un impianto comune (area di riempimento e di lavaggio). L’area o l’apposita vasca non presentano buchi o fessure e i prodotti fitosanitari riversati non possono defluire né nelle acque di superficie (p. es. attraverso il pozzetto di scolo) né nella canalizzazione pubblica, ma confluiscono in un’apposita vasca di dimensioni commisurate agli apparecchi o nella fossa per il colaticcio o in un sistema speciale. Inoltre l’acqua di lavaggio viene raccolta (fossa per il colaticcio utilizzata dall’’azienda, sistema speciale).

Una buona pratica

Fonte: Qualinova

Un cattivo esempio

Fonte: Fachstelle Pflanzenschutz, Kanton Bern

Misura edile che contenga eventuali perdite o vasca di contenimento di volume almeno pari al contenitore più grande presente. Materiale assorbente a disposizione (p. es. segatura, leganti per oli) e nessuna fuoriuscita visibile di liquidi dall’apposita vasca.

Une bonne pratique

Fonte: AGRIDEA

Un cattivo esempio

Fonte: AGRIDEA

L’area non presenta buchi o fessure e le acque delle aree non coperte defluiscono nella fossa del colaticcio o in un pozzo di raccolta.

Una buona pratica

Fonte: AGRIDEA

Un cattivo esempio

Fonte: AfU, SG

Apporti diffusi di sostanze nutritive e di prodotti fitosanitari

Nessuna grande superfice pantanosa o senza vegetazione. Se presenti tali superfici sono recintate e riseminate o le aree per il pascolo sono spostate regolarmente. Mangiatoie e abbeveratoi fissi su suolo rivestito. Niente accumulo locale eccessivo di escrementi.

Una buona pratica

Fonte: Qualinova

Un cattivo esempio

Fonte: KUT, SG

I pozzi sono collocati o protetti in modo tale da evitare l'immissione di elementi nutritivi o di prodotti fitosanitari nelle acque (per esempio mediante acque d'erosione).

Una buona pratica

Fonte: EAWAG

Un cattivo esempio

Fonte: EAWAG

Per ulteriori informazioni

La lista dei punti di controllo della protezione delle acque è pubblicata sul sito della conferenza dei capi dei servizi per la protezione dell'ambiente della Svizzera (CCA).